La tegola sul tetto

Che effetto fa quando una tegola cade sulla testa? Deve fare un gran male, su questo non ci piove. Ecco ci sono dei momenti in cui la tegola ti casca sul capoccione quando tu non ti eri nemmeno reso conto che si era staccata dal tetto.
Proprio una settimana fa, mentre stavo lavorando mi arriva una telefonata, una di quelle che non si vorrebbero mai ricevere. Nell’arco di due minuti ho scoperto che un mio amico è mancato e che da un anno soffriva di un tumore (detesto chiamarlo “male” o non chiamarlo affatto, questi rifiuti li lascio a chi non è capace di accettare che, purtroppo, questa cosa esiste e che una volta che ti nasce dentro è una lotta o lui o tu). Ecco, solitamente, quando ci viene data una notizia così, il nostro cervello fatica a connettere, forse che anche i neuroni hanno il rifiuto per certe cose. Quando ho realizzato le gambe mi hanno ceduto e per fortuna che avevo qualcosa a cui appoggiarmi.
Giro di telefonate ad avvertire gli amici che per distanza geografica o altro non possono saperlo e poi…poi il vuoto. Il vuoto di chi non si vuole rendere conto, il vuoto di chi ha perso i contatti da anni e accumula il senso di colpa, perchè non sapeva e avrebbe voluto fare qualcosa (razionalmente, poi, ci si chiede cosa) e al di là del rimorso, si afferra il ricordo.
Ora, caro amico, tu non eri un gran chiacchierone, però ogni volta che penso a te, vedo sempre il sorriso che avevi. Ricordo le spiaggiate di sera, la musica della chitarra e noi tutti che cantavamo “Il Pescatore” di De André…eri stonato da far paura, ma ricordo anche che, stonati o meno, ci eravamo pure beccati degli applausi dai passanti. Le grigliate a Statale, il giorno di San Lorenzo, tutti distesi sul prato a guardare in alto per vedere passare una stella. Ricordo la tua festa di laurea, il tuo traguardo meritato: ebbene sì, disdegnare di giocare a pallavolo sulla battigia con i tuoi amici per stare sui libri ha dato i suoi frutti. Sì ci siamo persi di vista per tanto tempo e solo due anni fa ci siamo reincontrati, ma non sei mai cambiato. Di nuovo mi sono allontanata e poi, la tegola sul tetto. Almeno, mi dico, l’ultimo saluto sono riuscita a dartelo, sono riuscita a colmare il vuoto con le lacrime e con la certezza che si vive per quei momenti sereni che abbiamo potuto condividere.
Assieme alle lacrime, con te, scivola via un’altra goccia di quell’adolescenza che ricordo con la nostalgica consapevolezza che quei momenti non torneranno più.

(Gli anni )

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Sfoghi

Io, me e il cibo

Domenica mattina, mi alzo e in bagno la mia attenzione rimane colpita dalla bilancia. Lo faccio? Desisto? Ok, salgo e guardo disperata il 62. Bene, tutti gli sforzi fatti durante l’estate sono andati bellamente in malora.
Nuovo obiettivo: cercare di ritornare sui binari e rimettermi soprattutto a fare sport. Ormai non ricordo nemmeno quando è stata l’ultima volta che sono andata in palestra, torno sempre a casa e poi mi metto a fare dell’altro. Guardo sempre la borsa e penso “domani vado”, poi finisce la giornata e non l’ho nemmeno preparata e al mattino rimane lì: aperta e semivuota.
Fondamentalmente il problema è una costante pigrizia e la golosità impellente che mi porta a desiderare cose dolci anche quando sarei sazia. Stamattina avrei avuto un ampia scelta di cibi più leggeri e salutari (yogurt e frutta non mancano mai in casa mia), invece ho preferito buttarmi su metà fetta di pandoro e caffè e latte con aspartame (è fantastico come ci si illuda di fare cosa buon e giusta usando il dolcificante ipocalorico, dopo essersi scofanata un dolce pieno di zucchero).
Tutto questo non costituirebbe un problema, perchè, in realtà, se facessi movimento, la prima fonte che verrebbe smaltita sarebbe  proprio lo zucchero, ma qui si ritorna all’origine di ogni male: la pigrizia e l’inattività. Ho una spalla che mi fa male, perchè ieri sera, giocando a GOW sono arrivata ad un livello in cui dovevo schiacciare velocemente un pulsante…mi chiedo se sia possibile arrivare a certi punti. Anche questo, credo, sia il risultato della mia inattività.
Oggi cercherò di mangiare un po’ meno e di mangiare verdura…ganbatte. 

 

Lascia un commento

Archiviato in parti cerebrali

Langue o come langue

Noto che all’inizio sta storia del blog mi sembrava simpatica, ma non è un spazio in cui bazzico spesso, almeno non come all’inizio.
Troppo assorbita da quella diavoleria di facebook, con la sua miriade di giochini tentatori, uno dei quali si è manifestato in tutta la sua attrazione proprio stamani.
Purtroppo lavorare al pc è un’arma a doppio taglio: velocizza ogni operazione, ma costituisce anche un gran fonte di distrazione per chi ha la fortuna (ma anche no) di non avere i siti bloccati. E’ pur vero, che chi fa un lavoro soddisfacente in cui dare il 100% equivale a dei riconoscimenti da parte del proprio entourage lavorativo, diminuisce le possibilità di cadere nella tentazione di certe “facili distrazioni”. Facebook sembra essere la nuova droga del secolo…sarà, ma per me costituisce una banale compagnia per lenire la noia di questo grigio ufficio. Ieri ho speso piacevolmente la mia domenica, assorbita da altro che non fosse sempre e comunque il pc.
Sto centellinando con piacere God of War 2 per PS2, dato che ho notato come la concentrazione cada inesorabilmente dopo la prima ora di gioco. Ebbene sì, ogni minuto in più è un minuto perso: i riflessi sono più lenti, gli eventuali nemici diventano troppo pure per chi ha appena spaccato il deretano al boss più fetente e, di conseguenza, il divertimento ludico si trasforma in frustrazione. Ergo, il mio metodo è questo: inizio a giocare e imposto il timer sul ce
llulare, allo scattare della prima ora di gioco, mi impongo di abbandonare la partita al punto di salvataggio prossimo.
Si parlava della giornata di ieri: non avrei mai potuto parlarne senza prima introdurre il mio rapporto “perverso” con God of War.
La giornata è iniziata con un fastidioso sapore di cipolla mista ad aglio…orrendo! Purtroppo è ciò che ci resta di un lauto pasto al miglior ristorante thailandese nelle vicinanze. Ho fatto colazione illudendomi che il caffè potesse togliere quella fiatella insopportabile…vana speranza. Accendiamo il pc, giusto per compiere la semplice operazione di vedersi un episodio di uno dei tanti anime che seguiamo. Finito l’episodio spengo e mi godo il silenzio immediato, che fino a pochi secondi prima era rotto dal fastidioso rumore della ventola, che nonostante le pulizie non c’è verso di far smettere. E si parte…GOW parte I: la mia ora si è conclusa con un doppio “misfatto”, sì, perchè il protagonista del gioco è un grandissimo bastardo e con la sua bastardaggine sta contagiando anche la sottoscritta, che ha gioito soddisfatta nell’aver fatto il mazzo al grande Perseo al primo colpo, dopodiché ho strappato le ali a uno sfigatissimo Icaro. Fine dei giochi.
Dopo pranzo, dato che il tempo non accenna a migliorare, cosa si può fare? GOW parte II. Per fortuna che lo splatter non mi disgusta, perchè ho passato la seconda ora di gioco (naturalmente a debita distanza dalla conclusione della prima), all’interno delle viscere di un non meglio precisato essere che vegetava accanto al Titano Atlante (ora, secondo la mitologia, Zeus lo aveva condannato a sorreggere il peso della Terra e questo corrisponde, la mia domanda è: dove poggia le gambe sto povero disgraziato?). Tra una membrana squartata e un midollo osseo spostato, sono riuscita a togliermi da quel posticino, dopo essere caduta varie volte nei succhi gastrici, anche grazie all’aiuto del buon Titano che mi ha anche fatto dono dell’ultima magia che mi serviva.
Metà pomeriggio, le partite non sono nemmeno alla fine del primo tempo e io dedico del tempo al mio studio del giapponese fino alle 17 circa, dopodiché, compilate le scartoffie per la palestra di mio fratello, vado a rilassarmi sotto la doccia.
Lascio il mio parente prossimo al pc (vittima della chat di facebook) e vado in cucina a fare compagnia al mì babbo: prima mi immergo nella lettura del mio libro di storia dell’arte delle superiori (un testo che non butterò MAI, piuttosto la morte), poi mi sovviene che ho ancora “Fonti per la storia romana” che attende che io ne continui la lettura. Mi dirigo in camera per prenderlo, ma…ma…ma…DOV’è? Ok, pare che lo abbia momentaneamente perso (non esiste che io non lo trovi più, prima o poi dovrà saltare fuori).
Posticipo serale, dopo il pranzo a base di lasagne e polpettone mal digerito, la cena non è contemplata. Bontà di mamma che sollazza il mio povero apparato digerente con un the caldo, mentre io sono immersa in GOW parte III.  Ora, ho peccato e molto: c’era un bel film con Nicholas Cage su Canale5 e avevo anche in mente di vederlo (ho anche impostato il timer per chiudere il gioco prima che cominciasse), avevo appena salvato e il timer ha iniziato a suonare. Quando è così, viene per una frazione di secondo, la tentazione di proseguire, ieri sera vi ho ceduto e ho commesso l’errore fatale. Ho sprecato altri 20 minuti di gioco, poichè, arrivata in una sorta di stanza circolare, cerberi che spuntavano da ogni dove e un paio di ciclopi armati di palla chiodata hanno arrestato la mia avanzata…Ho riprovato cinque volte a superare quel punto, ma mi è stato subito chiaro che la stanchezza incombeva.
Sconfitta ho spento la PS e dopo aver chattato qualche minuto su facebook, ho spento tutto e sono andata a letto. 

Avevo iniziato a scrivere per esprimere il mio rammarico per aver “abbandonato” il blog, invece ho finito per parlare di tutt’altro…viva lo stream of consciousness (se Joyce fosse vivo mi bastonerebbe).
Vedo di tornare a produrre.

Lascia un commento

Archiviato in parti cerebrali

Risate a profusione

Ieri sera ho rivisto un amico che non vedevo da tempo e mi sono divertita come una matta. Siamo andati in un  ristorante di Recco e ho preso la focaccia al formaggio e una panna cotta buonissima :Q__ Dopo, siamo andati a Sestri a bere qualcosa. Come al solito ho preso il mio bicchiere di Mojito (la menta non era proprio freschissima, ma ad ottobre non è che si possa pretendere), poi
ci siamo spostati al Bowling, ma tutte le piste erano piene, allora ci siamo buttati sul biliardino…e lì…l’apoteosi. Sono completamente negata a giocare, quindi le risate si sono sprecate. Sull’ultimo lancio sono riuscita (non so nemmeno io come) a mandare la palla nella nostra porta…un fantautogol.

Lascia un commento

Archiviato in parti cerebrali

Di nuovo me stessa

Finalmente, dopo mesi di follia, sono tornata quella di prima…ora bisogna capire se sia un bene o un male
Ciò che importa è che ho ritrovato ispirazione, serenità e voglia di fare. Ho anche ripreso a fare danza classica e sicuramente riuscirò a smaltire quei 9 chili in più in saccoccia (ebbene sì non lo nascondo).
So che non c’entra nulla, ma a chiunque legga queste righe dico: non leggete “Il Vangelo dei Vampiri” di James Vanore, è una boiata assurda.
Ciriciao a todos!

Lascia un commento

Archiviato in parti cerebrali

ALFABETEST

Amicizie:

-Il/la tuo/a migliore amico/a? Alessandro

-Amici più cari? Elena, Elena B., Alessandro, Roberto, Elisabetta, Roberta

-Qual è l’amico/a che abita più lontano? Forse Marco


Amore:

-Sei fidanzato/a? No, sono felicemente single 

-Hai mai pianto per amore? E non me ne vergogno

-Meglio lasciare o essere lasciati? Fino a qualche tempo fa avrei detto lasciare…

Animali:

-Hai animali in casa? Sììììììì, il mio Rayo

-Preferisci cane o gatto? Cane

-Animale preferito? Delfino

Anno:

-Anno di nascita? 1981

-Anno migliore della tua vita o che ricordi per un motivo particolare? 1998 mi sono divertita alla stragrande

-Quello peggiore? 2001

Baci:

-Sai baciare? Modestamente so farlo molto bene

-Dove ti piace essere baciato? la domanda più corretta sarebbe dove non mi piace…cioè da nessuna parte

-Il tuo ultimo bacio? stendiamoci come un velo pietoso 

Bevande:

-Bevanda analcolica preferita? Sprite

-Alcolica? Mojito

-Acqua gasata o naturale? Naturale!

Cibo:

-Cibo preferito? Paella

-Quello odiato? Acciughe (sono allergica )

-Pasta o pizza? Pizza

-Sai cucinare? Benissimo, forse una delle poche cose buone che ho preso da mamma

Colori:

-Colore preferito? Nero e blu

-Di che colore ti vesti di solito? Nero

Desideri:

-Se passasse una stella cadente, che desiderio esprimeresti? Riuscire a sorridere dal cuore come non mi capita da troppo tempo

-Se ti dovesse capitare di vincere alla lotteria un milione di euro, cosa ci faresti? Girerei per il mondo

Difetti:

-Il tuo peggior difetto? Testarda come un mulo

-Il peggior difetto delle persone? Ipocrisia

Elementi:

-Quale elemento preferisci? Acqua, aria, terra o fuoco? Acqua

-A quale elemento appartieni? Acqua

Fobie:

-Qual è la tua più grande paura? ragni
-Hai paura del buio? Dopo aver visto The ring ho avuto una gran paura del buio per un pò

-Pensi di poter vincere le tue paure un giorno o l’altro? La mia aracnofobia è inguaribile 

Foto:

-Ti piace fotografare le cose o le persone quando viaggi? Sto riscoprendo la passione per le foto

-Le tieni con cura in un album o sul pc? Niente è più comodo del PC

Giorni:

-Giorno nel quale compi gli anni: 13 maggio

-Il tuo giorno preferito della settimana? Il mercoledì e il sabato

-Che numero preferisci? 3

Hobbies:

-Quali sono i tuoi hobbies? Leggere, scrivere ff, pesca subacquea in apnea

-Ti piace uscire nel tempo libero? Ovvio

-Quando puoi, come ti piace rilassarti? Leggendo o guardando un film

Illusioni:

-Ti è mai capitato di illuderti? Sono una sognatrice incallita, quindi le illusioni si parano spesso sulla mia strada

-Cos’hai fatto in quel momento? Ho cercato di capire i miei errori e tentato di andare avanti

-Come ti sei sentito? Mi sono sentita stupida

Lavoro:

-Studi o lavori? Lavoro

-Che lavoro fai o che cosa studi? Junior Sales

-Cosa vorresti fare da grande? Prima o poi prenderò il posto del mio capo…
Libri:

-Libro preferito? Il ritratto di Dorian Gray

-Ultimo libro letto o che stai leggendo? Il Conte di Montecristo

-Libro che hai intenzione di leggere dopo? Il giovane antropologo

Lingua:

-Lingue che conosci? Italiano , inglese, francese, spagnolo, qualcosina di tedesco e di Giapponese
-Lingua preferita? francese

-Quale ti piacerebbe imparare? Russo


-Marca di vestiti preferita? mah non sono una modaiola

-Di scarpe? …mah

-Tendi a comprare roba di marca? viste le precedenti risposte direi di no

Musica:

-Canzone preferita?When the stars go blue dei Corrs

-Band/cantante preferita/o italiana/o? Ligabue

-Straniera/o? The Corrs

Nomi:

-Come ti chiami? Sara

-Nick sui vari forum/blog? mah Yoshiko81, Jean81, Layla

-Soprannomi? troppi: Sà, Sari, Lalla, Senpai, Mastermind (i miei compagni di università…)

-Nome preferito femminile? Anna

-Maschile? Andrea

Odio:

-La cosa che odi di più? l’ipocrisia

-Il sentimento che non sopporti? invidia

Parole:

-La parola o frase che dici più spesso? mah, parlo talmente tanto… 

-Ciò che ti dicono più spesso? fai la brava (come ai bambini )

Personaggi:

-Persona famosa che preferisci? Isadora Duncan

-Scrittore preferito? Oscar Wilde ed Eugenio Montale

-Attore preferito? Tom Hanks

-Attrice? Emma Thompson

Poteri:

-Se dovessi scegliere, quale potere vorresti? Telecinesi

-Supereroe preferito? guarda caso… Jean Grey degli X-men
Quadri:

-Quadro preferito? Ballerine dietro le quinte di Degas

-Pittore preferito? Degas

-Tempo storico preferito? Grecia al tempo di Alessandro magno

Reazioni:

-Quando sei arrabbiato/a cosa fai? sembro un vulcano attivo

-E quando sei triste? non parlo (quindi se ne accorgono anche i sassi )
-Allegro/a? ballo, canto, scrivo al pc o telefono a qualcuno
-Come reagiresti di fronte a un tradimento? mi è capitato e mi sono sentita completamente svuotata

Ristoranti:

-Ristorante preferito? Giapponese

-Ristorante o fast food? Ristorante

-Spizzico o Mc Donald’s? Il Mac

Sesso:

-Sei uomo o donna? Donna

-Omosessuale, etero o bi? Etero

-Posizione preferita? basta che il mio partner lo sappia

-Il posto più strano dove l’hai fatto? nel bagno del treno

Sogni:

-Il tuo sogno più grande? andare a vivere da sola

-Hai già realizzato qualche tuo sogno? Sì

Sport:

-Pratichi qualche sport? palestra, ma vorrei riprendere la danza

-Sport preferito? danza

-Ti piacerebbe praticare qualche altro sport? danza (mi s’è incantato il disco)

Stagioni:

-Qual è la stagione che preferisci? primavera ed estate

-E quella che sopporti di meno? inverno, perchè sono più freddolosa di un gatto

Televisione:

-Guardi la tv? Si

-Telefilm preferito? X-files

-Film preferito? Save the last dance

Tatuaggi e orecchini:

-Hai tatuaggi? ne vorrei fare uno sopra l’osso sacro

-Piercing?ne avevo uno all’ombelico

– In un prossimo futuro, o se ne hai già, averne altri? vorrei rifarmi il piercing ma sul tatuaggio ho dei dubbi…troppo definitivo

Universo:

-Li conosci tutti i pianeti del sistema solare? sì

-Qualcuno preferito? Venere, è il pianeta del mio segno

-Perché? l’ho già scritto

Videogiochi:

-Giochi con i videogames? sì

-Il tuo gioco preferito? The legend of Zelda

-Possiedi qualche console? sì

-Quale preferisci? La mia NintendoDS

Viaggi:

-Ti piace viaggiare? ovvio

-Sei mai stato all’estero? oui
-Quale paese vorresti visitare che ancora non hai visitato? Giappone

-Città nella quale vorresti andare? San Pietroburgo

Zodiaco:

-Che segno sei? toro

-E dello zodiaco cinese? Gallo (sono una gallaccia)

-Ascendente? Scorpione (attenzione al colpo di coda)

-Ti rispecchi nelle caratteristiche del tuo segno? altrochè

Lascia un commento

Archiviato in Test

I still haven’t found what I’m looking for

I have climbed highest mountain
I have run through the fields
Only to be with you
Only to be with you

I have run
I have crawled
I have scaled these city walls
These city walls
Only to be with you

But I still havent found what Im looking for
But I still havent found what Im looking for

I have kissed honey lips
Felt the healing in her fingertips
It burned like fire
This burning desire

I have spoke with the tongue of angels
I have held the hand of a devil
It was warm in the night
I was cold as a stone

But I still havent found what Im looking for
But I still havent found what Im looking for

I believe in the kingdom come
Then all the colors will bleed into one
Bleed into one
Well yes Im still running

You broke the bonds and you
Loosed the chains
Carried the cross
Of my shame
Of my shame
You know I believed it

But I still havent found what Im looking for
But I still havent found what Im looking for
But I still havent found what Im looking for
But I still havent found what Im looking for…

Lascia un commento

Archiviato in Musica